Questo libro si presenta, nella prima parte, come un saggio riguardante la personale evoluzione nelle arti marziali dell’autore che dopo 25 anni di esperienza confluisce ad un approccio più taoista sia nel kwoon o dojo (scuola), sia nella vita in generale; nella seconda parte invece, il testo assume la forma di un vero e proprio manuale istruttivo che
inaugura la nascita di una nuova arte marziale battezzata col nome di “Táo Jiàn Kung Fu” incentrata preliminarmente in un training meditativo utile a creare innanzitutto nell’individuo un primo atteggiamento psico-fisico flessibile e neutrale, e successivamente presenta le sue basi propedeutiche e metodiche ispirate dal karate, aikido, wing chun, tai
chi chuan e mma che l’autore, artista e insegnante marziale ha praticato, fondendoli in un sistema di autodifesa
efficace in cui però a prevalere non é la velocità e la forza di esecuzione o l’acquisizione mnemonica delle tecniche ma l’acquisizione di un’attitudine psico-fisica estremamente percettiva e reattiva utile a eludere e/o gestire tempestivamente qualsiasi situazione o azione avversaria con l’uso congiunto di una flessibile e sincronizzata biomeccanica del corpo generante così una spiccata nonché vigorosa energia dinamica; requisito quest’ultimo pertanto sempre valido ed efficace contro qualsiasi avversario e che se ben coltivato e praticato con continuità dallo studente, sarà sempre presente in lui anche in età avanzata, riuscendo ancora ad eguagliare nonché a surclassare anche mere forze muscolari più giovani.

Comments are closed.

Bombax Theme designed by itx