«Ma cosa vai a vedere in un borgo abbandonato, i fantasmi? Io
non ti capisco…»
[…] Ed in effetti i fantasmi li ho trovati sul serio in quel che resta
di questo paese che resiste appeso alla roccia, e che si spinge
quasi fin dentro il letto della fiumara Amendolea.
[…] Camminando per le strade strette di Roghudi Vecchio i
fantasmi li ho incontrati. Erano lì, in quelle case che sembrano
aspettare il ritorno della vita, nelle sedie vuote, nei bicchieri e
nelle scarpe sparsi nelle stanze, nei balconi spalancati dal vento.
[…] Le scoperte più incredibili, i ricordi più indelebili avvengono
e si creano così, quasi per caso come nel mio: da un incontro
inaspettato e da una chiacchierata su passioni comuni.

Aggiungi al carrello

Comments are closed.

Bombax Theme designed by itx