Come la questione più generale del rapporto tra intelligenza artificiale e
naturale, anche il tema della relazione tra viventi e defunti assume sostanza
inedita nel tempo dei social network.
In breve: siamo tutti immersi in una nuova concezione della morte, sballottati
tra la nostra occidentale e atavica difficoltà di accettare il limite imposto dalla natura all’esistenza, e l’illusoria sensazione che grazie ai social possiamo istituire un legame
permanente con i trapassati. Amore e odio, natività e lutto, gioia e dolore
transitano nei cavi in rame o in fibra ottica. Qualsiasi possibile moto d’umanità rischia di assumere la dimensione dell’artificio.

Questo volume non ha alcuna pretesa se non quella di rivolgersi a tutti coloro che si sentono ribelli e vogliono continuare a esserlo.
Sono lettere, riflessioni, pezzi di vissuto. È stato pensato, appunto, come un viaggio in cui ogni parte è un piccolo mondo intimo nel quale perdersi e forse ritrovarsi. È anche un impegno. Una promessa sussurrata all’orecchio. Una smisurata preghiera.

Aggiungi al carrello

oppure

richiedilo a info@edizionierranti.org

Pagine 188
Anno: 2018
Prezzo 10,00

Comments are closed.

Bombax Theme designed by itx